2.1 – Intervista_Neimeyer

Frontespizio_1_2013_mini
Volume 2, Numero 1, Marzo 2014

Un viaggio tra storia personale, interessi professionali e riflessioni costruttiviste sulla PCP:intervista a Robert Neimeyer
a cura di Elena Bordin e Jessica Dagani
Robert A. Neimeyer è Professore di Psicologia presso l’Università di Memphis (USA), dove lavora attivamente anche in ambito clinico. Fin dal completamento del suo dottorato presso l’Università del Nebraska nel 1982 ha pubblicato 27 libri, tra cui Techniques of Grief Therapy: Creative Practices for Counseling the Bereaved e Constructivist Psychotherapy: Distinctive Features (entrambi editi da Routledge); è inoltre editore di riviste peer-reviewed come Death Studies e Journal of Constructivist Psychology. Autore di più di 400 capitoli e articoli, è attualmente impegnato nella promozione di una teoria maggiormente elaborativa del lutto, considerato come processo di costruzione di significati, sia attraverso le sue pubblicazioni sia grazie ai suoi frequenti workshop che conduce a livello nazionale e internazionale. Neimeyer è stato Presidente dell’Association for Death Education and Counseling (ADEC) e dell’International Work Group for Death, Dying, & Bereavement.
Come riconoscimento per il suo importante contributo scientifico gli è stato conferito l’Eminent Faculty Award dall’Università di Memphis, è stato nominato Membro della Clinical Psychology Division dell’American Psychological Association e Socio Onorario del Viktor Frankl Association, e ha ricevuto il Phoenix Award Rising to the Service of Humanity dalla Fondazione MISS.

Parole chiave: suicidio, perdita, scelta, Psicologia dei Costrutti Personali, divulgazione del costruttivismo.