2.2 – Zotto

Frontespizio_1_2013_mini
Volume 2, Numero 2, Settembre 2014

Porre – Disporre – Comporre (per un fare artistico musicale consapevole)
di Gastone Zotto
Abstract: L’arte è cosa tutta mentale: da questa geniale intuizione, che Leonardo da Vinci regalò all’umanità ben cinque secoli or sono, parte il presente lavoro di ricerca. L’arte, in qualsiasi veste essa si presenti, trova infatti nel mentale il suo unico ed unificante luogo di origine ed esistenza sia per chi la produce, sia per chi la legge. L’arte non va ritrovata nelle cose; semmai in queste va collocata, o, più precisamente, va costituita, per l’appunto, ad opera della mente dell’uomo, sia di quella che ‘costituisce’ le cose con finalità artistiche (la mente dell’artista), sia di quella che queste medesime ‘osserva’ con corrispondente angolatura atteggiativa (la mente del fruitore). Con questa indagine si intende dimostrare come nel mondo dell’arte il PORRE, il DISPORRE ed il COMPORRE trovino giusto nel mentale una corrispettiva sorprendente originalità operativa.

Parole chiave: porre, disporre, comporre, atteggiamento estetico, costrutto mentale.