Norme redazionali

Norma redazionali

I documenti devono essere in formato Word (estensione “.doc” o “.docx”).
L’elaborato deve essere in forma anonima e comprensivo di:

  • titolo, abstract e parole chiave in italiano e inglese
  • elaborato
  • bibliografia.
  • I dati degli autori devono essere compilati in ogni loro parte.
  • Correttezza ortografica e sintattica.
  • Lunghezza: 7000 parole incluse note e riferimenti bibliografici.
  • 1500 parole per le recensioni.
  • Abstract: 150 parole; sia in italiano che inglese, senza corsivi.
  • Key words: da 3 a 5; sia in italiano che inglese, senza corsivi.
  • Titoli del manoscritto: al massimo due livelli di titoli entrambi in minuscolo.

 

Impostazione della pagina e del testo:

  • Formato della pagina: A4.
  • Bordi: superiore 2,5 cm; inferiore 2 cm; destra 2 cm; sinistra 2 cm; rilegatura 0 cm.
  • Testo: Corbel 11, interlinea singola, colonna unica.
  • Titolo del paper e autore: Corbel 14 per il titolo e Corbel 12 per gli autori.
  • Note a piè di pagina: Corbel 9, interlinea singola, enumerate con numeri arabi progressivi.
  • Formattazione: il testo va giustificato ma non sillabato. Non sono previsti rientri nei capoversi o dopo i titoli.
  • Paragrafi: i titoli dei paragrafi sono in grassetto e numerati con numeri arabi progressivi. Nel caso siano presenti sottoparagrafi inserire prima il numero del paragrafo e poi il numero (in progressione) del sottoparagrafo, anche qui in grassetto, corsivo e numerati con numeri arabi progressivi. Per esempio:

1. Introduzione
1.1 Primo sottoparagrafo
1.1.1 Sottoparagrafo del primo sottoparagrafo
(non ulteriori livelli)

 

Caratteri speciali

  • Il grassetto è utilizzato esclusivamente per i titoli dell’articolo, dei paragrafi e della bibliografia;
  • il corsivo è impiegato per le parole in lingua straniera, enfatizzare parole o brevi frasi e laddove siano presenti sottoparagrafi;
  • le virgolette “…” sono utilizzate per indicare le citazioni dirette brevi, parole o frasi poco comuni, gergali o con significato ironico.
  • la sottolineatura non viene usata.

 

Suggerimenti

  • Compatibilmente con lo stile di ogni autore, si suggerisce di utilizzare in modo moderato i corsivi e le virgolette e di rifarsi ai suggerimenti presenti nelle norme, in modo che gli articoli possano presentare delle caratteristiche formali quanto più simili;
  • laddove si inseriscano nel testo polarità di costrutti, si suggerisce di utilizzare il corsivo per i due poli, non utilizzare le virgolette e inserire vs tra le due polarità (per esempio: sempre vs mai), mantenendo il corsivo anche nel riferirsi a una sola polarità del costrutto (per esempio: “la scelta del polo sempre accomuna la maggior parte dei partecipanti alla ricerca”).

 

Figure, tabelle e grafici

  • Non protetti da copyright o con autorizzazione per la riproduzione.
  • Accompagnati da una didascalia (Corbel 10).
  • Devono essere inviati sia come inserti nel testo che come allegati in formato:
    “.jpeg” per le illustrazioni e i grafici;
    “.doc” per le tabelle.

 

CITAZIONI E BIBLIOGRAFIA

La Rivista Italiana di Costruttivismo fa riferimento al criterio internazionale dell’American Psychological Association (APA).
Per approfondimenti si consiglia di fare riferimento:
– al sito dell’APA: http://www.apastyle.org
– al Publication Manual of the American Psychological Association, 6th Edition.

Invio e valutazione

La Rivista Italiana di Costruttivismo pubblica contributi di interesse teorico, applicativo e metodologico relativi a vari ambiti disciplinari sviluppati entro la matrice epistemologica costruttivista. Valorizza inoltre recensioni di libri o di raccolte (book review) che ne favoriscano la divulgazione e un’analisi critica.

Agli autori è richiesto di non presentare per la valutazione lo stesso manoscritto a più riviste contemporaneamente.

È possibile proporre elaborati già pubblicati previa autorizzazione dell’editore.

Gli autori, così come la rivista, non ricevono alcun compenso per la pubblicazione degli articoli.

 

Procedura di invio
Gli articoli vanno inviati alla Rivista Italiana di Costruttivismo tramite posta elettronica all’indirizzo: rivistacostruttivismo@gmail.com

Per ogni lavoro sono richiesti tre documenti:

  1. 1. Articolo in forma anonima comprensivo di: – titolo, abstract e parole chiave in italiano e in inglese – elaborato – bibliografia
  2. Dati degli Autori, secondo il format a disposizione
  3. Liberatoria di Pubblicazione, disponibile per autori singoli e autori multipli

I documenti devono essere in formato Word 97-2003 (estensione “.doc”) e nominati secondo la seguente modalità:

  1. articolo: titolo dell’articolo senza spazi (ad esempio: originedelcostruttivismo.doc)
  2. dati degli autori: titolo dell’articolo senza spazi trattino “dati” (ad esempio: originedelcostruttivismo-dati.doc)
  3. liberatoria di pubblicazione: liberatoria trattino cognome autore (ad esempio: liberatoria-xxxxx)

 

Valutazione dei lavori
I lavori inviati sono sottoposti ad una prima valutazione da parte della Redazione rispetto gli standard scientifici e l’aderenza alle norme redazionali; qualora si rendessero necessarie delle modifiche di tipo formale gli autori possono essere contattati prima di procedere alle fasi successive.

I lavori vengono quindi sottoposti in forma anonima alla valutazione di due membri del gruppo dei Revisori (procedura di peer review), di cui fanno parte studiosi e ricercatori nell’ambito costruttivista nazionale ed internazionale. Fanno eccezione gli articoli tradotti da altre riviste straniere di prestigio riconosciuto.

Il loro parere favorevole o sfavorevole alla pubblicazione e le eventuali indicazioni per la revisione vengono comunicati agli autori in forma scritta e anonima; qualora accettato, il lavoro deve essere modificato e reinviato alla Redazione per una revisione finale.